Home page » Attività e progetti » Progetti » Patrimonio archivistico ebraico

Patrimonio archivistico ebraico

Grazie alle risorse assicurate dalla l. 17 agosto 2005, n. 175 – Disposizioni per la salvaguardia del patrimonio culturale ebraico in Italia, emanata allo scopo di finanziare interventi conservativi e di restauro sul patrimonio culturale, architettonico, artistico e archivistico ebraico in Italia, la Soprintendenza archivistica per l'Emilia-Romagna ha potuto avviare a partire dal 2007 i seguenti progetti di riordino ed inventariazione di archivi di interesse per la storia e la cultura ebraici:

Comunità ebraiche dell'Emilia Romagna: riordino ed inventariazione degli archivi delle comunità di Modena e Reggio Emilia, Bologna, Ferrara, Parma.

Campo di concentramento di Fossoli: censimento della documentazione presente negli archivi dell'area di Carpi (Modena).

Formiggini Angelo Fortunato: riordino ed inventariazione dell'archivio dell'editore Formiggini, presso la Biblioteca Estense di Modena.

Villa Emma: Riordino, inventariazione e catalogazione del fondo Villa Emma presso l'Archivio del Comune di Nonantola.

Documentazione ebraica presso l'Archivio di Stato di Modena: riordino e inventariazione di serie e nuclei di documentazione di interesse ebraico.

Degli esiti dei lavori di riordino ed inventariazione relativi al patrimonio archivistico di interesse ebraico è dato conto nel portale del Sistema informativo unificato delle Soprintendenze archivistiche (SIUSA) Patrimonio archivistico d'interesse ebraico in Emilia Romagna  

Data di redazione: marzo 2010
Data di ultimo aggiornamento: gennaio 2015